Header

Claudio Scarabottini

arspoletium-music-classical-folk-jazz-pop-dance-newage-claudio-scarabottini-foto-profilo-900x600-pixel-

STUDI EFFETTUATI

  • Armonia e composizione musicale (con i M° Marco Pontini, Francesco Corrias e Boris Porena)
  • Direzione di coro e vocalità (con i M° Francesco Corrias e Bernardino Streito)
  • Didattica della musica (M° Maurizio Spaccazzocchi)
  • Corso Advanced per sound engineer (con il M° Maurizio Biancani presso Fonoprint Bologna)
  • Corso di specializzazione in Musicoterapia presso il CEP (Centro Educazione Permanente) alla Cittadella di Assisi

 

INSEGNAMENTO
Insegnante di musica (pianoforte, tastiera, chitarra, solfeggio/teoria) e direttore di coro presso istituti musicali comunali e privati. Dal 2001 insegna presso varie scuole statali del territorio (a Spoleto presso l’ Istituto d’Arte Leoncillo Leonardi, Licieo Scientifico Alessandro Volta, Scuola Media Luigi Pianciani, Scuole Elementari: XX Settembre, Cortaccione, San Giacomo, Le Corone; a Campello sul Clitunno presso L’Istituto Comprensivo Aldo Moro e la Scuola elementare l’Arcobaleno di Pissignano).
Dal 2005 svolge l’attività di direttore artistico ed insegnante presso la Civica Scuola di Musica “Otello Cottini” di Campello sul Clitunno.

 

ESPERIENZE ARTISTICHE
Socio fondatore e direttore artistico dell’associazione culturale giovanile “BISSE” di Spoleto di cui è arrangiatore, direttore di orchestra e coro.
Nel 2001 scrive gli arrangiamenti orchestrali per lo spettacolo inedito “La Buona Novella” tratto dall’omonimo album di Fabrizio De Andrè (lavoro inciso nel 2005 nel CD “Per la stessa ragione del viaggio” che contiene vari brani del cantautore genovese).
Nel 2002 partecipa allo spettacolo “Sentinelle del mattino” scritto e diretto dal Maestro Giuseppe Perruccio.
Collabora stabilmente come compositore, arrangiatore e musicista con l’etichetta discografica Ars Spoletium di Spoleto.
Nel 2003, in collaborazione con IAC (Italian Accordeon Culture) e l’Istituto comprensivo Giuseppe Parini di Castel Ritaldi, incide “Tramandando” (lavoro di ricerca e rivalutazione delle canzoni popolari umbre).
Nel 2005 viene nominato presidente dell’associazione “Oratorio Alta Marroggia” per la quale dal 2006 organizza laboratori musicali di chitarra, tastiera e coro.
Nel 2006 collabora con l’etichetta discografica Ars Spoletium per la realizzazione del CD “Un Canto Spoletino” che raccoglie brani più recenti tratti dalla tradizione popolare.
Anno 2007 scrive e dirige le musiche per l’inedita commedia musicale “Lu Lozzu”. Viene inciso l’omonimo CD edito da Ars Spoletium.
Dal 2008 collabora con Ars Spoletium e con l’associazione IAC nell’organizzazione delle varie edizioni dello “Strumenti&Musica Festival” (Concorso Internazionale per giovani pianisti e fisarmonicisti).
Anno 2010 scrive le musiche per il recital teatrale “Carapintada. Confessioni sui desaparecidos d’Argentina”, spettacolo patrocinato dall’Ambasciata d’Argentina in Italia ed interpretato dai “Beltango Quintet” di Belgrado (Edizioni Musicali e Discografiche Ars Spoletium).
Anno 2011 compone “La sponda del Tempio”, un concerto scritto ed eseguito per la prima volta in occasione del riconoscimento del Tempietto sul Clitunno (Campello – PG) come patrimonio mondiale dell’umanità (UNESCO).
Anno 2012, con l’ensemble Gipsy Band (che si occupa di recuperare e proporre la musica gitana dell’est), vince il premio “ROSSOBASTARDO” per il progetto musicale più originale nell’ambito de “La Mama Spoleto Open” (fringe festival inserito nel programma del “Festival dei due Mondi” di Spoleto).
Anno 2012, in collaborazione con l’associazione IAC, prende parte come organizzatore e come musicista al 65° Campionato Mondiale di Fisarmonica, svoltosi a Spoleto dal 18 al 26 Agosto.
Anno 2013 collabora come arrangiatore e direttore con l’orchestra d’archi “Hybrid” di Nis (Serbia) coordinata dal M° Jovan Bogosavlievic e il M° Marija Rajcovic.
Anno 2014 collabora come arrangiatore e direttore allo spettacolo “The weather” con Musiche di Elizabeth Swados. La performance, prodotta da “La Mama e.t.c” di New York e dall’Associazione Culturale “Bisse” è stata presentata alla 57° edizione del Festival dei due Mondi di Spoleto.